Tempo di lettura: 4 minuti

Si sente sempre più spesso di parlare di Intelligenza Artificiale, una rivoluzione che sta cambiando il nostro modo di vivere e di lavorare.

Contrariamente a quanto si possa pensare, viene già oggi utilizzata in maniera ampia in alcuni sistemi di cui spesso ignoriamo i meccanismi. Si usa ad esempio nella creazione di BOT per l’assistenza clienti, nel riconoscimento facciale per lo sblocco dello smartphone, nella sintesi vocale e in tanti altri settori legati soprattutto al mondo tech (persino nei filtri di instagram).

Ma ad oggi quali sono gli utilizzi più affascinanti di questa tecnologia? Abbiamo raccolto una piccola lista di cose in cui l’intelligenza artificiale ci da quell’effetto “wow” quasi da film di fantascienza.

Suona il pianoforte

Si, proprio così!

Un’azienda canadese, la Massive Technologies Inc., ha sviluppato un sistema che permette di estrapolare le note da un qualsiasi brano suonato al pianoforte. In tempo reale viene riprodotta un’animazione 3D di un pianista che suona, con movimenti realistici di dita, mani e corpo. Incredibile!

Nel video esplicativo, pubblicato su youtube, si può vedere in azione questa fantastica applicazione dell’Intelligenza Artificiale, che l’azienda sta provando a riproporre anche in sistemi di realtà aumentata. Inizialmente si fa quasi difficoltà a credere che la parte destra del video sia una riproduzione digitale!

Crea basi musicali

Il tema musicale sembra essere quello più gettonato per questa tecnologia.

MuseNet è una rete neurale che può generare basi musicali di circa 4 minuti utilizzando un qualunque stile: da Mozart ai Beatles.

Il sistema spacchetta gli stili musicali proposti e riproduce dei file midi mantenendo le caratteristiche dei brani analizzati, ma generando un brano totalmente “nuovo”. Ci sono delle parti da migliorare, sicuramente l’algoritmo apprende automaticamente con il tempo, ma è un esperimento molto molto interessante.

Software di questo tipo potranno mai “minacciare” l’industria musicale, sostituendosi all’estro, alla creatività e alla fantasia della mente umana?

MuseNET

Compone intere canzoni (cantante incluso)

Jukebox crea delle canzoni complete analizzando i brani e apprendendo lo stile di artisti reali.

Così facendo è possibile creare musiche inedite sulla falsariga di quegli artisti indimenticabili (alcuni ormai scomparsi) che hanno fatto la storia, come Elvis, Frank Sinatra, Michael Jackson e tanti altri.

Questi primi esperimenti presenti sul loro sito, possono sembrare un po’ goffi e “stonati”, ma come ben sappiamo gli algoritmi di Machine Learning sono progettati per migliorare con il tempo, aumentando la loro efficacia in base alla quantità di dati forniti e di test effettuati. Come noi umani, le reti neurali imparano dai propri errori cercando di non commetterli in futuro.

La cosa sorprendente è che i file audio comprendono tutti gli strumenti della band o dell’orchestra: richiamano sonorità già sentite, ma creano delle melodie inedite. In alcune “composizioni” appare anche una voce non molto diversa da quella dell’autore che si tenta di copiare. Ovviamente il progetto è ancora in fase embrionale e le parole non sono ancora comprensibili, ma gli sviluppatori annunciano che è uno degli aspetti su cui stanno lavorando con maggior dedizione.

OpenAI Jukebox

Facce di persone non esistenti

Qui andiamo su qualcosa di veramente inquietante.

This person does not exists è un sito che genera dei volti di persone non esistenti con l’ausilio di StyleGANv2, algoritmo di Intelligenza Artificiale sviluppato da Tero Karras, ricercatore presso NVIDIA, nota casa produttrice di schede grafiche.

GAN è un acronimo che sta per Generative Adversarial Network, una classe di metodi in cui due reti neurali vengono addestrate in competizione tra loro per generare degli asset (in questo caso volti umani) realistici ma non troppo perfetti. Lo scopo di questo algoritmo non è solo creare da zero dei volti verosimili, ma anche verificare che essi non siano troppo distanti dalla realtà. Il cosiddetto “discriminatore” controlla non solo se i volti presentino errori, ma anche che non siano troppo precisi da non sembrare veri, questo per ottenere un livello accettabile di realismo.

Sulla base di questo algoritmo si basa anche Generated Photos, un vero e proprio generatore di facce umane, utilizzabili con licenza commerciale per i propri progetti, senza aver paura di violare la privacy di persone realmente esistenti.

In questo video viene spiegato come funziona nel dettaglio StyleGANv2

Disegna grafiche e loghi

Chi l’avrebbe mai detto che il computer avrebbe prima o poi preso il posto anche dei lavori creativi?

Prendono sempre più piede applicazioni web come Brandmark e Logomaster, che in base a delle indicazioni fornite dal cliente, generano delle proposte di loghi vettoriali. Basta inserire il settore, il naming e alcuni tag che rappresentano il settore dell’azienda e questi sistemi “magici” creeranno dei loghi da poter acquistare per scopi commerciali.

Ovviamente anche in questo caso si tratta di un utilizzo sperimentale, che si distanzia molto dalle esigenze del mercato. Però può essere un buon modo per addestrare l’Intelligenza Artificiale a produrre materiale di ispirazione che aiuta i creativi a non partire da un foglio bianco, cruccio di tutti i designer che iniziano un nuovo lavoro.

Colora le vecchie foto in bianco e nero

Quante volte avremmo voluto provare a colorare le foto in bianco e nero dei nostri nonni o della nostra città? Ora è possibile (con buona approssimazione), grazie a sistemi come Colorize Photos di Algorithmia o DeepAI.

Questi sistemi analizzano le immagini e cercano di riconoscere elementi comuni (volti, edifici, cielo, alberi) tentando di colorarli in base all’autoapprendimento. Il risultato non sarà accurato come un lavoro di digital painting, ma quantomeno renderà l’idea!

Genera cose a caso

Chiudiamo questa lista con un generatore di cose casuali: gatti, appartamenti, startup, ricette di cucina, URL di siti web e tanto altro… tutto generato dall’Intelligenza Artificiale, e quindi non esistente! Buon divertimento!

This X does not exists

Intelligenza Artificiale da non credere

In realtà di applicazioni simpatiche dell’Intelligenza Artificiale, delle Reti Neurali e del Machine Learning ce ne sarebbero a tonnellate. E’ un settore in gran fermento, per cui nascono ogni giorno nuovi progetti interessanti, mentre quelli già attivi vengono migliorati e affinati. Sempre più enti ed aziende decidono di investire in questo nuovo aspetto del mondo digitale perchè apre nuovi scenari sull’automazione e sul miglioramento della qualità del lavoro, a cui sempre più imprenditori fanno attenzione.

Per conoscere meglio il panorama delle startup che operano in questo settore, lasciamo un link ad un elenco costantemente aggiornato, dove è anche possibile trovare spunti interessanti.

Classe Operaia

Classe Operaia

La Classe Operaia del Web